La Gazzetta del Mezzogiorno – Contro gli attacchi di bioterrorismo

Ricerca e innovazione “Made in Cerignola”, per la nuova frontiera della difesa da attacchi bioterroristici, mediante l’utilizzo di armi chimiche e batteriologiche letali. La scoperta e la preparazione di un pro-dotto chimico ad hoc, è il frutto del lavoro di un pool di giovani ricercatori della Cerichem Biopharm Srl di Cerignolaspecializzata nella produzione di disinfettanti e sterilizzanti a freddo i quali hanno concentrato l’attività di laboratorio sui procedimenti finalizzati a neutralizzare batteri e virus, in particolare l’antrace, altamente patogeni e dunque a potenziale uso bioterroristico.

Pagine da Mondo medico 28052016
I risultati ottenuti sono infatti eccezionali: la Cerichem Biopharm Srl, è giunta a preparare e produrre due efficacissimi composti a base di acido peracetico, denominati “Pathoster”: il primo, a più bassa concentrazione, appena lo 0,35%, in grado mantenere la propria efficacia contro batteri e virus per più di due settimane; il secondo, a concentrazione leggermente più alta, 0,5%, che, dopo la sua ricostituzione, conserva la propria efficacia su spore di antrace e altri batteri altamente patogeni per quasi 4 settimane.Il prodotto è stato testato e validato dal Centro di Referenza Nazionale per l’Antrace dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata. E gli straordinari risultati della ricerca sono stati presentati, lo scorso ottobre, al Congresso Mondiale Bacillus ACT, svoltosi a New Delhi nel corso del quale è stato rilevato, tra l’altro, che 14 anni dopo gli episodi del 2001, gli attacchi bioterroristici sono una reale minaccia e che un gesto folle può essere replicato da chiunque. «I laboratori di ricerca della mia azienda, osserva il titolare di La Cerichem Biopharm Srl, Luigi Caiaffa, si sono dunque concentrati sull’acido peracetico, una sostanza molto efficace sulle spore di antrace, ma il cui limite di utilizzo sta nel fatto che una volta ricostituito, il prodotto conserva la propria efficacia per un numero molto limitato di giorni, in genere meno di una settimana».«Le nostre ricerche, aggiunge Luigi Caiaffa, hanno consentito di portare il tempo di efficacia dell’acido paracetico ad un periodo più lungo. Il nostro prodotto provoca la completa distruzione dei batteri e dei virus, dopo un contatto di appena 5 minuti». Assicura, quindi, un’efficacia immediata dalla lunga durata.

Pubblicazione della Gazzetta del Mezzioggiorno in data 28 Maggio 2016