Lavarsi le mani: la prevenzione contro il coronavirus passa da qui

Lavarsi le mani: la prevenzione contro il coronavirus passa da qui

Lavarsi le mani: la prevenzione contro il coronavirus passa da qui 1920 800 Cerichem

L’abitudine di lavarsi le mani è un gesto semplicissimo capace di prevenire la diffusione di batteri e patologie come il coronavirus. Incentivare questa abitudine, soprattutto in luoghi di grande traffico e collegamento con zone colpite dal virus permette di rallentare in maniera significativa la corsa dei patogeni. I viaggiatori, nello specifico, affrontano in maniera molto superficiale il tema dell’igiene delle mani e sono una piccola percentuali di essi le lava con acqua e sapone per almeno 15 secondi nell’ultima ora.

Una adeguata igiene delle mani è fondamentale per prevenire il contagio, ma come lavarsi le mani nel modo corretto?

1 – Lavarsi spesso le mani quando ci si trova in luoghi affollati come gli aeroporti rallenterebbe in modo significativo la corsa dei patogeni, nonostante la via principale di contagio siano le vie aeree. Solo il 20% di chi transita negli scali ha le mani pulite, il rimanente è potenziale diffusore di patogeni nel tempo che intercorre tra un volo e l’altro.

2- Come lavarsi le mani: è necessario lavarsi con acqua e sapone o con disinfettanti a base di alcol, asciugarsi con cura strofinando palmi, dorsi e interno dita. Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale Sanità) i disinfettanti in gel con una concentrazione di alcol tra il 60% e il 95% ha una maggiore efficacia sanificante. In caso di viaggi frequenti è bene munirsi di piccoli gel da borsa così da poter lavare le mani spesso e in ogni luogo senza alcun problema.

3 – La pulizia maniacale potrebbe essere controproducente, contribuendo così ad alterare la natura strutturale della pelle, distruggendone i microrganismi “buoni”. In questo modo si diventa ancora più esposti alle infezioni

4 – La temperatura dell’acqua mentre ci si lava le mani non deve essere troppo alta per evitare di estrarre grassi dall’epidermide, danneggiando così la struttura del film idrolipidico, una barriera importante contro i microbi.

5 – Non mangiarsi le unghie e le pellicine è fondamentale affinché non si creino microferite.

Prevenire il contagio dei patogeni è possibile, per questo è indispensabile avere sempre con se un gel detergente a base alcolica come AMUGEN, il gel antisettico per le mani, pronto all’uso e che non necessita di risciacquo. Si asciuga velocemente lascia le mani fresche e morbide. Inoltre, la presenza alcolica nella concentrazione ottimale, conferisce al prodotto uno spettro d’azione antimicrobica particolarmente ampio e un’elevata capacità di riduzione della flora batterica transitoria della cute. Amugen è un prodotto 100% italiano, controllato e scientificamente testato.

Vuoi saperne di più su Amugen?
Contattaci all’indirizzo info@cerichem.com e parla direttamente con il nostro staff qualificato.